Archivio mensile:dicembre 2009

Natale

Come disse Boldi, “… E anche questo Natale ce lo siamo tolti dalle balle!”, o qualcosa del genere.
No, in realtà questo Natale non è stato male, per me: ho passato qualche ora con la mia famiglia, coi miei amici… E’ stato molto piacevole. Però il Natale come festa, come celebrazione, eccetera… No, quello no, non mi ha travolto nè coinvolto.

Quando sei un bambino, il Natale è carico di significati. Poi cresci, e diventi più realista, più pragmatico, e il Natale diventa un giorno di festa, di scambio regali, e per alcuni anche una occasione religiosa importante.
Poi succedono, come ogni anno, delle cose un po’… strane, come un cliente che mi manda una email OGGI, relativa ad una cosa che Amazon gestisce in 2-3 business days (giorni lavorativi), e mi chiede candidamente se posso velocizzare… Io, che con quella cosa non c’entro niente, e che soprattutto a Natale ho di meglio da fare che lavorare per lui! Mi veniva quasi da ridere, ma poi ho risposto ugualmente, con cortesia. Magari è uno che nemmeno si è accorto che è il 25 dicembre.

Ho una specie di vena poetica, un po’ inaridita… Ma sempre lì.
E invece di scrivere boiate, quasi quasi stasera la dedico alla lettura. Ecco. Una serata di Natale diversa.
Buonanotte :)

Natale al freddo, in treno

Mi dispiace per quelli che hanno sofferto in questi giorni per gli enormi disagi di Trenitalia.
Spero che nessuno di voi sia costretto a passare il Natale al freddo, in treno.

In ogni caso, auguri di Natale a questa Italia allo sbando, piena di italiani dignitosi e indignati.
E’ ancora il paese che amo, la mia terra natìa, eppure ogni volta che vedo certe cose mi piange il cuore.
Speriamo in meglio.

Auguri a tutti.

Tempo di bilanci!

Come il buon Gianluca Diegoli, anche io mi cimento nella tipica sparagnaus di fine anno: il bilancio di quanto trascorso nel 2009, e le speranze per il 2010.
Lo faccio a modo mio.

Positivo:
1) Il lavoro ad Amazon, sempre più intenso e pieno di soddisfazioni, e da gennaio 2010 mi sposto a Singapore.
2) Le amicizie.
3) La mia crescita personale, e il mio interesse per temi profondi come la felicità, la meditazione, la “ethical entrepreneurship”, che spero si svilupperanno molto nel 2010.
4) Alcuni “sviluppi” personali, che voglio tenere personali e non condividere qui.

Negativo:
1) La stanchezza. Spenderò dieci giorni di ferie ad Assisi, la mia città natale… Ne avevo DAVVERO bisogno.
2) La forma fisica: sto meglio rispetto a fine 2008, ma c’è ancora da migliorare, e come dicevano i latini: mens sana in corpore sano.
3) L’abbandono del blog (che ho ripreso in mano da qualche settimana). Conto di scrivere molto nel 2010. E’ troppo bello, e gli scambi di opinione troppo importanti. Non va trascurato.
4) Il tempo: sempre di meno. Prima o poi mi prendo un bel semestre sabbatico e mi dedico alle tante cose lasciate in sospeso.

E voi? Cosa mi dite del vostro 2009?

Tempus fugit

Mauro Moretti di Trenitalia si difende sul Corriere. Siamo noi italiani che lo trattiamo male.
Che cattivi che siamo.
Nel frattempo, ecco una foto rappresentativa che ho scattato alla stazione di Bologna, domenica, in viaggio verso Venezia (con 75 minuti di ritardo, ma tanto è un Freccia Rossa, è solo la quinta volta su sei che arrivo in ritardo).

treni

Direi che si commenta da sola no?